Per maggiori informazioni contatta la nostra sede di Catanzaro (clicca qui)

RE ITALY 2020 Winter Forum: Giorgio Spaziani Testa, Presidente Confedilizia


Ricolfi: da Monti mazzata a immobiliare, tassazione è negativa

"Dal governo Monti è arrivata una mazzata immane al settore immobiliare, la tassazione sugli immobili è molto negativa". Così il sociologo Luca Ricolfi nel corso del suo intervento alla decima edizione del RE ITALY Winter Forum, organizzata da Monitorimmobiliare e Monitorisparmio, in Borsa Italiana a Milano. "Nell'analizzare gli effetti della tassazione sugli immobili determinati dall'allora Governo Monti emerge una perdita di valore fra i 1.000 ed i 1.500 miliardi di euro" e "usando dati di Bankitalia, ho calcolato che l'effetto ricchezza negativo poteva incidere per circa 20 miliardi di euro. E se questa è la cifra - circa 20 miliardi di euro - che è venuta a mancare all'economia nel suo complesso, il settore immobiliare- sottolinea il sociologo -  è diventato di fatto un fattore di stagnazione per la nostra economia".
In un orizzonte di riforma fiscale "tagliare il cuneo fiscale è meno importante che tagliare le tasse sugli immobili. Se si procede ad un'azione di riforma del fisco, la prima cosa che taglierei è l'imposta societaria, al secondo posto procederei con il taglio dell'Imu e poi, meno importante, il taglio dell'Irpef e del cuneo fiscale" indica il sociologo. "Non riterrei grave l'aumento dell'Iva ma solo se si procedesse poi a ridurre la spesa. Invece l'aumento dell'Iva rischia di essere solo un aumento di tasse e lasciare come sempre invariata la spesa" chiarisce Ricolfi. Per il futuro "come sociologo sono molto pessimista, siamo avviati ad un percorso di argentilizzazione molto lento. Anche se ci sono comportamenti di speranza non penso basterà ad invertire la rotta. Tra dieci anni - conclude - staremo peggio e tra venti saremo come la Grecia".

LE PROBLEMATICHE DEL SETTORE IMMOBILIARE IN CALABRIA
NELL’ INCONTRO ORGANIZZATO DA CONFEDILIZIA CATANZARO

La sala “Friedrich A. von Hayek” dello storico complesso della Fondazione Stella di Catanzaro, ha ospitato il seminario “Casa, dolce casa… Ti amo, ma quanto mi costi! – Presentazione del Rapporto Immobiliare Calabria 2019 dell’OMI”, organizzato da Confedilizia Catanzaro, l’articolazione territoriale dell’organizzazione rappresentativa della proprietà immobiliare, in partenariato con l’ABI Calabria, il Comune di Catanzaro, l’Ordine degli Ingegneri, il Collegio dei Geometri e l’Unione dei Giovani Commercialisti di Catanzaro.
All’incontro, aperto dai saluti Antonio Abate, vice presidente di Confedilizia Catanzaro, e Ferdinando Chillà, presidente del Collegio Geometri di Catanzaro, sono intervenuti Sandro Scoppa, presidente Confedilizia Calabria, Eugenio Caniglia, membro della Commissione Regionale ABI Calabria, Orlando Farenza del Collegio dei Geometri di Catanzaro, Danilo Lentini, notaio, Salvatore Passafaro, presidente dei Giovani dottori Commercialisti di Catanzaro, e Antonio Pizzuti, responsabile Calabria della Toscano. Daniela Rabia, giornalista e presidente del Coram Calabria, ha moderato il seminario.